Condividi su Facebook | | |

Movisport, pollice su al Targa Florio ed al Piancavallo

COMUNICATO STAMPA

Nella terza prova tricolore della Targa Florio, il pilota lucchese ha consolidato la propria leadership nella classifica “asfalto” ed anche il driver reggiano è rimasto sul podio assoluto dell’IRCup nonostante una gara sofferta. Ottima prestazione anche per Gilardoni, di nuovo a ridosso delle posizioni di vertice, nella sua miglior prestazione sinora offerta dalla sua esperienza sinora nel “tricolore”.

E’ stato un fine settimana assai movimentato ma anche ricco di soddisfazioni, quello appena messo in archivio, per Movisport. La compagine reggiana ha trovato ampi riscontri di vertice con le partecipazioni alla Targa Florio tricolore ed anche al Rally di Piancavallo, nell’IRCup.

La 103^ Targa Florio, terza prova del Campionato Italiano Rally, in Sicilia, Rudy Michelini/Michele Perna (Skoda Fabia R5) hanno saputo mantenere la leadership nella classifica provvisoria del Campionato Italiano Rally Asfalto (CIRA), grazie alla terza posizione del podio dedicato alla serie. La Targa Florio, contesto leggendario teatro della terza manche tricolore, è andata in archivio rendendo ampi meriti all’equipaggio lucchese, artefice di una prestazione che lo ha reso protagonista in modo costante, elevando il connubio tra la Skoda Fabia R5 messa a disposizione dal team P.A. Racing e le coperture Michelin, al primo utilizzo nella stagione.

Sensazioni positive, quelle relative alla rinnovata collaborazione con il marchio francese, divenute concretezza nella fase centrale di gara, quando il feeling con le coperture si è consolidato consentendo riscontri cronometrici in linea con ambizioni da “top five”. Diciassette prove speciali che hanno reso ampio merito al testimonial di AISM - Associazione Italiana Sclerosi Multipla, con la Skoda Fabia R5 a fare da vero e proprio messaggio itinerante. “Sono soddisfatto, finalmente sono riuscito ad esprimermi al meglio con la vettura, cosa che non era successa nelle due precedenti occasioni - il commento di Rudy Michelini a fine gara - le coperture Michelin valorizzano al meglio il mio stile di guida ed i riscontri di questa gara hanno confermato sensazioni che, fin dall’avvio, mi hanno permesso di centrare un risultato senz’altro positivo, visto che su queste prove speciali non ero mai riuscito ad impormi in modo significativo, in passato. Particolari che mi fanno guardare con ottimismo al prosieguo di campionato”.

Sorriso anche per Kevin Gilardoni/Corrado Bonato (Hyundai i20 R5), finiti al settimo posto assoluto, quarti del CIRA, in quella che è stata la migliore prestazione da un anno e mezzo alla guida di una vettura R5 nel tricolore. La soddisfazione è ampia in quanto sono arrivati riscontri cronometrici di spessore proprio nella gara su asfalto tra le più difficili in assoluto. Con questa performance sono andati a consolidare quindi la quinta posizione assoluta in campionato. “Una grande gioia – commenta Gilardoni – risultato che ci appaga, in quanto è il migliore ottenuto con una vettura R5 da quando siamo impegnati nel tricolore. Sono stati due giorni fantastici in luoghi bellissimi, abbiamo lavorato bene, io ed il mio copilota con la squadra, guardiamo avanti con grande serenità!”. Poi, alla “Targa” nazionale i colori Movisport erano difesi dai locali Mogavero-Caprì, con una Citroen Saxo Kit S1600. Anche in questo caso si parla di soddisfazione, con la quarta posizione assoluta finale, primi di classe. 

Grandi numeri, pur con sofferenza, al 33° Rally di Piancavallo, in Friuli, per Gianluca Tosi/Alessandro Del Barba e la loro Skoda Fabia R5 della Gima Autosport (foto Mario Leonelli), per la seconda prova del Campionato IRCup. Chiamata adesso ad un nuovo esame, più che altro una conferma “da podio”, la coppia reggiana della Movisport ha saputo rimanere sul terzo gradino della classifica provvisoria di campionato, con il sesto posto finale. Che ha lasciato un poco l'amaro in bocca. Le condizioni meteorologiche che non hanno certo aiutato il debutto nella gara pordenonese di Tosi e Del Barba hanno vincolato certamente il risultato finale, ma dall'altra vi sono state difficoltà di ordine tecnico alla Fabia, che non hanno aiutato la ricerca della performance velocistica. In particolare, i reggiani hanno sofferto sulla prova speciale di avvio per il mancato funzionamento del tergicristallo sotto l'acqua, poi sulla quarta sono stati attardati da una "toccata" posteriore che ha poi consigliato cautela per il prosieguo della prima giornata, per poi finire con una crisi di freni, nonostante la quale hanno saputo rimanere in scia dei migliori per trarre il massimo della soddisfazione in termini di campionato. "Una gara durissima - dice Tosi – sia per il tempo inclemente che per i problemi che abbiamo avuto. Ma come prima esperienza a Piancavallo dico comunque che va bene. Posti bellissimi, prove speciali davvero molto tecniche, purtroppo non conoscendo le strade e le loro caratteristiche, poi anche per qualche problemino tecnico non abbiamo potuto esprimerci come volevamo, ma diciamo che siamo passati "indenni" da una battaglia davvero dura ed ora guardiamo alla prossima del "Taro" con fiducia, ovviamente per tornare a dir bene la nostra e consolidarci sul podio del Campionato".

QUESTO FINE SETTIMANA: “CAMUNIA” E “GRIFO”

Due le gare per Movisport in questo fine settimana, il 6° Camunia Rally in Lombardia a Breno (Brescia), in un percorso parzialmente differente rispetto al passato, ed il 10° Rally del Grifo in Veneto, a Chiampo, nel vicentino, per l’edizione numero 10 della gara che anche in questo caso quest’anno cambia in alcune cose rispetto alle passate edizioni. Al via vi saranno Sara Micheletti e Silvia Rocchi su una Peugeot R2B al “Camunia” e Casarotto-Savegnago al “Grifo” su una Renault Clio R3, per la prima partecipazione del pilota in questo 2019.

FONTE: UFFICIO STAMPA MOVISPORT

  • Letto 99 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK