Condividi su Facebook | | |

Marcello Razzini all’ora X: venerdì l’esordio nel Campionato Italiano Rally

COMUNICATO STAMPA

Al Rally del Ciocco la prova d’apertura del principale campionato nazionale: il pilota di Parma, navigato dal piacentino Gianmaria Marcomini, correrà su una Skoda Fabia di classe R5 (l'equipaggio nella foto di Leonardo D'Angelo). L’obiettivo è muovere subito la classifica.

Il ‘Razzo’ è sulla rampa di lancio. Il decollo, venerdì prossimo, da Forte dei Marmi: dalla città versiliese scatterà il primo lancio verso l’orbita tricolore di Marcello Razzini; il quale inganna l’attesa che lo frappone alla fine del conto alla rovescia analizzando con l’abituale, lucida e determinata serenità questo momento che rappresenta una pietra miliare nella propria parabola agonistica. “Vivo queste ore con la gioia di chi vede per la prima volta il proprio nome tra gli iscritti del Campionato Italiano Rally; se penso che solo cinque anni fa muovevo i miei primi passi nei rally, mi sembra tutto incredibile. Invece è realtà: abbiamo costruito questo presente con Collecchio Corse, scuderia alla quale sono da sempre legato, e con Gianmaria Marcomini, che pure mi affianca dall’esordio. Sono fiero di rappresentare la scuderia e di avere Gianmaria in abitacolo con me in questa occasione”.

Venerdì non ci sarà più spazio per ricordi ed emozioni: allora, la concentrazione sarà al diapason. E si farà sul serio, terribilmente. “Siamo iscritti al CIR, ma il nostro obiettivo principale è quello di ben figurare nella classifica del Campionato Rally Asfalto; ce la dovremo vedere con avversari veloci ed esperti, gente che non fa sconti. Sarà durissima, questa è l’unica certezza, anche per le caratteristiche delle prove toscane, sempre molto sporche e viscide, pronte ad indurti in errore. In più, per noi il Ciocco non sarà solo l’esordio in campionato, ma rappresenterà di fatto anche un’autentica gara-test, perché sarà la prima occasione in cui metteremo alla frustala DP Autosport: oltre che concentrarci sulle prestazioni, faremo quindi qualche esperimento di assetto, anche in funzione di pneumatici (di marca Michelin) a loro volta mai usati”.

Il tutto si traduce in un concetto: “Dobbiamo arrivare in fondo, questo è l’imperativo. Perché, comunque vada, questo ci permetterà di accumulare importante esperienza e capire quale sia il nostro livello rispetto alla concorrenza. Quindi, partiremo per tenere il nostro passo, valutando la situazione con il passare dei chilometri. Come mi vedo a fine gara? Diciamo che punto a finire nella zona punti del Campionato Rally Asfalto: credo sia un obiettivo alla nostra portata, nonostante tutto”.

Il Rally del Ciocco scatterà venerdì 22 marzo alle 17.15 da Forte dei Marmi, per terminare sabato 23 a Castelnuovo Garfagnana nel tardo pomeriggio. In programma 488 chilometri, 153 dei quali suddivisi nelle 15 prove cronometrate in programma.

FONTE: UFFICIO STAMPA COLLECCHIO CORSE

  • Letto 378 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK